Login Registrati
Treviglio / Unione Donne in Italia, un'idea che ha fatto storia dal 1944

Treviglio / Unione Donne in Italia, un'idea che ha fatto storia dal 1944

Inizia venerdì 14 dicembre il ciclo di incontri ideato dall'UDI Velia Sacchi e che vedrà la partecipazione di Lidia Menapace

Domenica, 09/12/2018 - "L' Udi Velia Sacchi ha invitato Lidia Menapace per far conoscere l'Udi e fare il punto sulla politica delle donne oggi. Lidia sarà con noi per tre giorni, presente in tre eventi promossi con altre associazioni: il 14 dicembre ore 9, in collaborazione con ISREC BG, al convegno organizzato da "In treno per la Memoria" all'Università statale di Milano, via Festa del Perdono - spiega Rosangela Pesenti, Presidente dell'Archivio centrale dell'Udi e storica punto di riferimento per l'Associazione a Bergamo e provincia - . Il 15 dicembre alla Scuola Media Camozzi di Dalmine in un incontro aperto anche a studenti delle altre scuole. Il 15 dicembre alle ore 20.30 a Bergamo, Sala Galmozzi, in un incontro organizzato da Centro Sociale Paci Paciana e Kascina popolare autogestita Cocca Casile, con l'adesione di ANPI, ISREC BG, NONUNADIMENO BG, Donne in Nero BG, Associazione Fiordiloto, Alfi Lesbiche BG".
L'entusiasmo e la voglia di essere, ancora e ancora, protagoniste sulla scena pubblica ha mosso le organizzatrici delle inziative che vanno sotto il titolo  "Unione Donne in Italia, un'idea che ha fatto storia dal 1944"  e pongono alle interlocutrici una domanda apparentemente semplice che non può essere soddisfatta con risposte scontate: Perché iscriversi all’UDI oggi?
La risposta, anzi le risposte, arriveranno dagli incontri programmati e che si terranno con LIDIA MENAPACE e Rosangela Pesenti, Ariella Borghi, Maddalena Cattaneo, Milva Facchetti, Pia Locatelli, Oliana Maccarini, Sara Modora, Michela Pasturi, Imma Sannino, Celeste Scigliano, TouriaTchiche … e tutte le donne dell’UDI. Il primo appuntamento è per venerdì 14 dicembre 2018 ore 20.30 presso l'Auditorium Centro Civico di TREVIGLIO.
"Non è imitazione o compiacenza del maschile, non è un fiore all’occhiello, non è una poltroncina da qualche parte, non è una particina sul palcoscenico, non è una lamentazione, non è un’esibizione: la politica delle donne è una lunga storia di lotta e resistenza. È la rivoluzione più lunga e pacifica, la presenza più creativa e imprevedibile, più tenace e lungimirante. In Italia molta parte di questa storia si chiama UDI: concepita nella Resistenza, con il sogno di unire tutte le donne per cambiare la vita, la politica, il mondo, continua a esistere nel passaggio generazionale che interroga la memoria guardando al futuro".





Lascia un Commento

©2017 - NoiDonne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004
Privacy Policy | Creazione Siti Internet WebDimension®