Login Registrati
TU COSA NE PENSI? / SIMONE VEIL E LA MEMORIA DELLA SHOAH

TU COSA NE PENSI? / SIMONE VEIL E LA MEMORIA DELLA SHOAH

Simone Veil è stata presidente del Parlamento europeo. E' sopravvissuta al campo di sterminio di Auschwitz. Cosa pensi della Shoah?

Martedi, 11/06/2019 - SIMONE VEIL (1927 - 2017)
Sopravvissuta al campo di sterminio di Auschwitz, è una delle figure politiche femminili più importanti della Francia e dell’Europa. Ha ricoperto cariche importanti di governo, istituzionali, accademiche ed è stata per 13 anni nel Parlamento europeo, di cui fu Presidente. A lei si deve la prima legge sull’aborto approvata in Europa.

Come ebrea, Simone Veil ha subito persecuzioni e ha patito insieme alla famiglia l’internamento nei campi di concentramento, da cui sopravvisse con la sorella. Tornata a Parigi ha seguito la carriera di magistrata per poi impegnarsi in politica spesso da “eretica” rispetto ai partiti di riferimento. Dal 1974 ha assunto numerosi incarichi di Governo diventando anche membro della Corte Costituzionale francese. Particolare è stato il suo impegno a favore dei diritti e per il miglioramento delle condizioni di vita dei detenuti. Affrontando duri scontri parlamentari nel 1974 nel suo paese ha fatto approvare la legge sull’aborto, che porta il suo nome.
Dopo la stagione dei diritti si lancia nella battaglia per l’Europa, venendo eletta europarlamentare nel 1979 e Presidente dell’Assemblea. È direttamente impegnata in occasione del referendum sulla Costituzione europea del maggio 2005. Nel 2008 diventa membro della prestigiosa Accademia di Francia. Il presidente francese Macron, con un riconoscimento senza pari, ha deciso che lei e il marito, Antoine Veil, riposeranno nel Pantheon.

Scrive Simone Veil :“Per gli ex deportati il passato resta presente, ci lega, ci perseguita, impregna i nostri pensieri e le nostre notti…. La Memoria è essenziale per noi. Deve essere completa e la più vicina alla verità. Quanto a me, dal mio ritorno dalla deportazione mi sono battuta per la riconciliazione, certa che solo la strada della riconciliazione e della memoria, non della vendetta, avrebbe permesso di evitare una nuova guerra. E ancora oggi resto stupita dal miracolo che ha rappresentato la pace instaurata in Europa”.

Domanda
Quale può essere oggi il significato della Memoria della Shoah per le nuove generazioni europee?


Lascia un Commento

©2017 - NoiDonne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004
Privacy Policy | Creazione Siti Internet WebDimension®