Login Registrati
Ripristinare l'ordine naturale: Europa e estremisti religiosi

Ripristinare l'ordine naturale: Europa e estremisti religiosi

Cosa accade in Europa contro i diritti umani sulla sessualità: l'EPF (European Parlamentary Forum for Population and Development) svela la visione degli estremisti religiosi

Domenica, 06/05/2018 - Ci pare importante segnalare all'attenzione di tutte/i la necessità di leggere e diffondere il più possibile il volume recentemente pubblicato sul sito dell'EPF (European Parlamentary Forum for Population and Development) dal titolo Ripristinare l'ordine naturale: la visione degli estremisti religiosi per mobilitare le società europee contro i diritti umani sulla sessualità e la riproduzione scritto da Neil Datta, segretario dell' EPF.

Cosa è l' EPF
L’EPF (European Parlamentary Forum for Population and Development) è una rete di parlamentari di tutta Europa impegnati per la tutela dei diritti della salute sessuale e riproduttiva (SRHR - sexual and reproductive health and rights) delle fasce più vulnerabili della popolazione mondiale, sia in patria sia all'estero.
La rappresentante per l'Italia è stata fino ad oggi l'onorevole Pia Locatelli.

Questi in sintesi la missione e gli obiettivi dell' EPF

Missione
Da lungo tempo, la difesa dei diritti umani di donne, uomini e minori è un baluardo degli Stati europei. La rete EPF garantisce che nei parlamenti di tutta Europa vi siano dei responsabili decisionali che comprendono appieno l’importanza della parità tra i sessi e della salvaguardia degli SRHR. Grazie a questa comprensione, essi possono sostenere queste cause in tutti i modi a loro disposizione in quanto parlamentari.

Obiettivi
Migliorare le politiche volte a promuovere la parità tra i sessi e permettere alle donne di decidere liberamente come , quando e quanti figli desiderano
Ricordare ai governi gli impegni assunti in termini di popolazione e sviluppo e verificare che rispettino le loro promesse
Aumentare gli aiuti per la popolazione e lo sviluppo stanziati dai governi dei paesi donatori, partner e a medio reddito.
Nel farsi difensori di questi diritti umani, i parlamentari EPF lavorano, tra l’altro, alle seguenti problematiche:

* Cancro cervicale
* Matrimonio infantile
* Pianificazione familiare
* Mutilazione genitale femminile
* Fistola
* Parità tra i sessi
* Diritti delle bambine
* HIV/AIDS
* Mortalità materna
* Prematurità
* Aborto sicuro
* Educazione sessuale
* Violenza contro le donne

Ecco quanto pubblicato sul sito di EPF

STOCCOLMA, 20 aprile - Un libro pubblicato oggi rivela che attivisti statunitensi ed europei hanno individuato degli "obiettivi realizzabili" per tornare indietro sui diritti umani in Europa dal 2013.

Sono emersi recentemente documenti che mostrano una dettagliata strategia estremista chiamata "Ripristino dell'Ordine Naturale": un'Agenda per l'Europa, che mira a ribaltare le leggi esistenti sui diritti umani fondamentali legati alla sessualità e alla riproduzione.

Il libro esamina il documento di strategia e il funzionamento della rete professionale ispirata dal Vaticano, denominata Agenda Europa, che mira ad influenzare le politiche pubbliche.

Agenda Europa sta producendo risultati concreti, come la legge polacca del 2016 per vietare l'aborto, il divieto di matrimonio paritario in diversi paesi dell'Europa centrale, oltre a una dozzina di atti comparabili a livello nazionale e nelle istituzioni europee che mirano a limitare i diritti delle donne e LGBT.

Mentre l'ascesa dell'ultra-conservatorismo in Europa è stata evidente per diversi anni, non è stato chiaro esattamente come questi attori stiano organizzando, raccogliendo fondi e tentando di esercitare la loro influenza. Facendo luce su alcune di queste domande, il libro offre una visione dei meccanismi clandestini e della strategia scelta da questo movimento europeo.

Commentando il libro, la presidente dell'EPF e deputata svedese Ulrika Karlsson ha affermato: "La compassione, pietra miliare del cristianesimo, è del tutto assente nelle prospettive della “non scelta” europea. Questo movimento costringerebbe le donne a portare avanti gravidanze indesiderate, limitare l'accesso alla contraccezione, decidere chi potere sposare e decidere chi può definirsi una famiglia. Molti saranno sorpresi dal fatto che prendano di mira il divorzio e l'accesso al trattamento IVF (Fecondazione in vitro) . Facendo questo, stanno tentando di imporre le proprie credenze religiose personali agli altri attraverso politiche pubbliche e leggi "

Essere consapevoli e comprendere questo movimento ultra-conservatore è essenziale per coloro che vogliono salvaguardare un'Europa moderna, inclusiva e tollerante. Destinato come una risorsa per politici, partiti, società civile e giornalisti, questo libro si propone di aiutare tale comprensione.

Il libro è stato presentato a Stoccolma, in Svezia, venerdì 20 aprile dalla presidente dell'EPF Ulrika Karlsson, deputata.

La versione digitale è disponibile su epfweb.org, per le copie cartacee si prega di inviare un'e-mail a secretariat@epfweb.org.

Questa è una sintesi del testo corredata dall'indice

Nel 2013, venti attivisti statunitensi ed europei hanno iniziato ad elaborare una strategia individuando gli 'Obiettivi realizzabili' per modificare i diritti umani nell'ambito dei diritti sessuali e della salute riproduttiva in Europa.

I documenti recentemente emersi rivelano una dettagliata strategia estremista chiamata Ripristino dell'ordine naturale: un'agenda per l'Europa, che cerca di ribaltare le leggi esistenti sui diritti umani fondamentali legati alla sessualità e la riproduzione, come il diritto al divorzio; per la donna all’accesso alla contraccezione, alle tecnologie di riproduzione assistita o all’aborto; l’uguaglianza per lesbiche, gay, bisessuali, trans o persone transessuali (LGBTI); o il diritto di cambiare il proprio genere o sesso senza paura di ripercussioni legali.

Il gruppo iniziale di attivisti è cresciuto fino a coinvolgere più di 100 organizzazioni contro i diritti umani, contro quelli delle donne e di LGBT in 30 paesi europei e ora va sotto il nome di Agenda Europa.

Agenda Europa è una rete professionale di ispirazione vaticana, che mira ad influenzare le politiche pubbliche, i cui membri si incontrano in segreto, e che è direttamente responsabile nell'implementazione di una strategia dettagliata per far regredire i diritti umani.

Per quanto riguarda l'Italia il documento (cfr. Allegato 2: Panoramica delle personalità presenti in Agenda Europa) segnala come partecipanti ad Agenda Europa gli on. Rocco Buttiglione e Luca Volontè entrambi UDC.

Questo documento descrive gli obiettivi, le strategie e i “ giocatori chiave” di Agenda Europa per aiutare i difensori dei diritti umani a rispondere in modo appropriato.

Indice
Introduzione: "Agenda Europa" come nesso organizzativo contro diritti umani nella sessualità e nella riproduzione
Origini e obiettivi di Agenda Europa
La struttura di Agenda Europa: porre le basi per un gruppo di esperti di ispirazione cristiana in Europa
* Il blog di Agenda Europa
* Summit annuali di Agenda Europa:
* Il manifesto comune di Agenda Europa: il ripristino dell’Ordine naturale
Il quadro normativo presentato in Ripristinare l’Ordine naturale
* Matrimonio e famiglia
* Il diritto alla vita
* Uguaglianza e anti-discriminazione

Strategie di Agenda Europa: "non dobbiamo aver paura di essere irrealistici o estremisti "
* Strategia 1: usa le armi dei nostri avversari e rivolgile contro di loro
* Strategia 2: come i nostri avversari, definisci le nostre proposte in termini di 'diritti'
* Strategia 3: avversari malevoli e istituzioni sfavorevoli
* Strategia 4: diventare un interlocutore rispettato a livello internazionale

Chi c'è dietro Agenda Europa? - Identificazione dei giocatori chiave
* Gli organizzatori: “portavoce” vaticani
* I luminari: pensiero transnazionale anti-SRR (Sexual Reproductive Rights)) e opinion leader
* Gli addetti ai lavori: leader politici e funzionari governativi
* Gli esecutori: implementazione nazionale del manifesto di Agenda Europa
* Potenziali finanziatori: aristocratici, miliardari e oligarchi, politici corrotti e negazionisti del cambiamento climatico

Implementare l'elenco di attività di Agenda Europa
* Protezione costituzionale per la "famiglia tradizionale"
* Tornare indietro sul diritto di aborto è più difficile del previsto
* I cristiani hanno il diritto legale di fomentare l'odio?
* Meglio organizzati e più rispettabili
* Valutazione le possibilità di influenza di i Agenda Europa

Conclusioni
• Una rete professionale di consenso ispirata al Vaticano
• Un programma estremista comune
• Segretezza e anonimato
• Un ultima protesta quando si è "circondati da nemici”

Allegati
* Allegato 1: Elenco di abbreviazioni, organizzazioni e siti Web
* Allegato 2: Panoramica delle personalità presenti in Agenda Europa

Cinzia Ballesio e Enrica Guglielmotti - SeNonOraQuando?Torino

Link Esterno

Lascia un Commento

©2017 - NoiDonne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004
Privacy Policy | Creazione Siti Internet WebDimension®