Login Registrati
Casa Internazionale delle Donne di Roma. Quell'autonomia delle donne che spaventa

Casa Internazionale delle Donne di Roma. Quell'autonomia delle donne che spaventa

Dopo gli esiti deludenti dell'incontro con l'Amministrazione Capitolina la mobilitazione continua a difesa di un luogo prezioso e unico

Mercoledi, 23/05/2018 - Dopo la grande manifestazione di lunedì 21 maggio delle donne nella Piazza del Campidoglio a presidio dell’incontro che c’è stato tra le rappresentanze dell’amministrazione capitolina e le rappresentanti della Casa Internazionale delle donne (video) (articolo), di fronte all’esito deludente di tale incontro, la mobilitazione delle donne romane continua. “La Casa apre le porte, il Campidoglio le chiude”. Con questo slogan e con un comunicato giovedì 24 alle 12 è stata indetta una conferenza stampa al Buon Pastore.
“Non è andata bene”- è stata la valutazione della presidente della Casa internazionale delle donne Francesca Koch appena uscita dal lungo confronto con la sindaca di Roma capitale Virginia Raggi e le assessore Laura Baldassarre, Rosalba Castiglione, Flavia Marzano. “La sindaca insiste su una sua idea di rilancio della Casa sulla falsa riga della mozione promossa dalla presidente della commissione delle elette Gemma Guerrini. Noi le abbiamo risposto che la riunione aveva un altro ordine del giorno, che eravamo lì per discutere la questione del debito sulla base dei documenti da noi inviati già da 5 mesi”. “Sindaca e amministrazione comunale hanno, ovviamente, tutta la libertà di fare progetti per le donne ma non come Casa internazionale delle donne. Quello della Casa internazionale è il progetto dei movimenti femminili e femministi, lo è da quaranta anni e tale deve restare. La nostra autonomia e la nostra storia non sono oggetto di discussione”. “Il progetto Casa Internazionale delle donne – aggiunge il direttivo della Casa - è una esperienza di gestione di un bene pubblico affidata a realtà associative”. “Se non si risolve concretamente il problema della sostenibilità economica, - aggiungono - le dichiarazioni sulla valorizzazione dell’esperienza della Casa Internazionale rimangono solo parole”. Quanto alla “verifica e controllo” su cui insistono i consiglieri della maggioranza a 5 stelle, la stessa relazione della commissione delle elette riconosce l’alto valore delle attività culturali e dei servizi offerti al Buon Pastore.

Unico elemento positivo dell’incontro di lunedì sera, viene detto nel comunicato, è che dopo cinque mesi, “Virginia Raggi abbia deciso di confrontarsi direttamente”. Presenti al vertice di lunedì anche la consigliera Gemma Guerrini, prima firmataria della mozione che raccomanda a Roma Capitale di assumere il coordinamento della Casa, e il presidente dell’Assemblea capitolina Marcello De Vito. “Naturalmente - spiegano le rappresentanti del movimento delle donne - resta la nostra disponibilità ad affrontare le questioni economiche sul tappeto così come restano aperte le trattative su iniziative concrete sul piano sociale da concordare con le assessore a Roma semplice e al sociale Flavia Marzano e Laura Baldassare.”
La grande e affollata partecipazione che ha riempito lunedì pomeriggio la piazza capitolina, accompagnata fino a tardi da slogan e canzoni, ha dato bene il senso di quanto la battaglia a difesa del Buon Pastore e della sua storia di autonomia e progettualità delle donne sia sentita come propria da tantissime e tantissimi e non solo di Roma. Ma significative sono anche altre iniziative che stanno venendo avanti da esponenti istituzionali . Nella Conferenza stampa tenuta al Senato lunedì mattina le senatrici De Petris e Cirinnà hanno annunciato una iniziativa di raccolta di firme trasversali su una mozione a sostegno della Casa Internazionale. Anche la vice presidente della Camera Mara Carfagna si è espressa” perché venga salvaguardata nella sua autenticità una esperienza contro la quale è stata approvata una mozione in Consiglio Comunale”. La vicenda della Casa internazionale è seguita inoltra con grande attenzione da tutti i media con articoli e servizi.

Link Esterno

Lascia un Commento

©2017 - NoiDonne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004
Privacy Policy | Creazione Siti Internet WebDimension®