Login Registrati
Noi Rete Donne al Festival di Paesaggio sul palco monogenere

Noi Rete Donne al Festival di Paesaggio sul palco monogenere

Lettera di protesta a: organizzatori, Ordine degli Architetti, A.N.C.I. , BS-Lab – Business Systems Laboratory

Venerdi, 11/12/2020 - AlCuratore: Mario Pagliaro
Al Direttore scientifico: Ugo Morelli
Al Direttore artistico: Salvatore Mazza

Email:info@bottegadellemani.com


Roma, 10 dicembre 2020


Egregi dottori,

Noi Rete Donne, network fra numerose competenze femminili in posizioni autorevoli nelle istituzioni e nel giornalismo, operante da vari decenni sui temi del riequilibrio dei generi, desidera riflettere con voi riguardo all’evento Festival di Paesaggio, organizzato dallaboratorio La Bottega delle Mani, definito “un solo incontro diviso in tre momenti d’eccezione, tre occasioni uniche che vedranno Ugo Morelli saggista, psicologo e direttore scientifico, dialogare con tre dei massimi esponenti internazionali del pensare Paesaggio”: un architetto, un fotografo, un artista. Tutti unicamente e rigorosamente uomini.

Alle obiezioni sul palco monogenere, opposte nella presentazione dell’evento sui social, è stato ribattuto e ribadito che gli ospiti rappresentano esempi ineguagliabili in ambito nazionale e internazionale, opinione non suffragata da fatti e palesemente insostenibile, perché non possiamo credere che, in un contesto generale, non possano esistere donne competenti, al pari dei tre relatori scelti.

L’iniziativa si fregia poi di carattere formativo, riconoscendo crediti a professionisti e si orienta, in particolar modo, verso la gioventù. Ebbene quale archetipo culturale di riferimento si pensa di veicolare, rappresentando un universo maschile, androcentrico a ragionare di ambiente, di conoscenza, valorizzazione e gestione del Paesaggio, di vivibilità?
D’altronde, come affermate “nella creazione di una cultura del paesaggio e della sua valorizzazione, ma anche nella ricerca di forme di vita sostenibili, il margine è, oggi, uno dei principali luoghi da analizzare e a cui guardare”,chissà se in quel margine non troviate le Donne che vi avete confinato.

Vi invitiamo, pertanto, visto il vostro ruolo e competenze, a voler intervenire, affinché il Festival abbia una struttura binaria tale da non oscurare la presenza e il pensiero femminile in materia, conferendo eguale dignità rispetto a quello maschile.
Confidandoche le prossime edizioni del festival vedano un panel equiripartito, riconoscendo talenti e competenze femminili esistenti nel settore, vogliate gradire i sensi della più viva stima.

Daniela Carlà, Maddalena Robustelli, Donatella Caione, Sabrina Cicin Marzetti

- - - - - - -
All’Ordine degli Architetti, P.P. e C.
della Provincia di Avellino
Email: architetti@avellino.archiworld.it

All’ A.N.C.I. – Associazione Nazionale Comuni Italiani
Campania – Giovani
Email: info@ancicampania.it– stampa@ancicampania.it

Al Presidente dott. Gianpaolo Basile
BS-Lab – Business Systems Laboratory
Email: dal sito

Roma, 10 dicembre 2020

Egregi dottori, Gentili dottoresse,

Noi Rete Donne, network fra numerose competenze femminili in posizioni autorevoli nelle istituzioni e nel giornalismo, operante da vari decenni sui temi del riequilibrio dei generi, desidera riflettere con voi riguardo all’evento Festival del Paesaggio, organizzato dallaboratorio La Bottega delle Mani, e da voi promosso, definito “un solo incontro diviso in tre momenti d’eccezione, tre occasioni uniche che vedranno Ugo Morelli saggista, psicologo e direttore scientifico (del Festival ndr), dialogare con tre dei massimi esponenti internazionali del pensare Paesaggio”: un architetto, un fotografo, un artista. Tutti unicamente e rigorosamente uomini.

Alle obiezioni sul palco monogenere, opposte nella presentazione dell’evento sui social, è stato ribattuto e ribadito che gli ospiti rappresentano esempi ineguagliabili in ambito nazionale e internazionale, opinione non suffragata da fatti e palesemente insostenibile, perché non possiamo credere che, in un contesto generale, non possano esistere donne competenti, al pari dei tre relatori scelti.

L’iniziativa si fregia poi di carattere formativo, riconoscendo crediti a professionisti e si orienta, in particolar modo, verso la gioventù. Ebbene quale archetipo culturale di riferimento si pensa di veicolare, rappresentando un universo maschile, androcentrico a ragionare di ambiente, di conoscenza, valorizzazione e gestione del Paesaggio, di vivibilità?
D’altronde, come viene affermato nel comunicato stampa: “nella creazione di una cultura del paesaggio e della sua valorizzazione, ma anche nella ricerca di forme di vita sostenibili, il margine è, oggi, uno dei principali luoghi da analizzare e a cui guardare”, chissà se in quel margine non si riescano a trovare le Donne ivi confinate.

Vi invitiamo, pertanto, visto il vostro ruolo e competenze, a voler intervenire nei confronti dell’organizzazione dell’evento,affinché il Festival abbia una struttura binaria tale da non oscurare la presenza e il pensiero femminile in materia, conferendo eguale dignità rispetto a quello maschile.
Confidando per i futuri patrocini ad una più accorta valutazione di queste tematiche, e che le prossime edizioni del Festival vedano un panel equiripartito, riconoscendo talenti e competenze femminili esistenti nel settore, vogliate gradire i sensi della più viva stima.

Daniela Carlà,
Maddalena Robustelli, Donatella Caione, Sabrina Cicin Marzetti




Lascia un Commento

©2019 - NoiDonne - Iscrizione ROC n.33421 del 23 /09/ 2019 - P.IVA 00878931005
Privacy Policy | Creazione Siti Internet WebDimension®