Login Registrati
La mia esperienza con l'Aloe

La mia esperienza con l'Aloe

La mia personalissima esperienza con l'Aloe, una pianta curativa utilizzata da secoli da tutte le civiltà del mondo, per la prevenzione e la cura del corpo.

Buongiorno a tutti,

Mi chiamo Alessandra Vallesi e vorrei portare la mia "testimonianza", o meglio la mia personale esperienza con l'uso dell'Aloe, una pianta medicinale utilizzata e conosciuta già da secoli in tutto il Mondo.



Esistono centinaia varietà di Aloe, la più conosciuta è senz'altro l'Aloe Vera, ma per esperienza, ritengo più valida l'altra varietà un po' meno conosciuta: l'Aloe Arborescens. Ritengo sia così, perché ho potuto testare entrambe le piante sul mio organismo e i risultati migliori li ho ottenuti con la varietà Arborescens (si chiama così perché ha una forma ad alberello).



Nel mio caso ho utilizzato questa pianta per liberarmi di un disturbo molto fastidioso, che mi assillava ormai da anni: una cistite cronica.

Credetemi, le avevo provate di ogni: medicine, antibiotici, farmaci omeopatici, irrigazioni vaginali, mirtilli rossi, uva ursina, argento colloidale, d-mannosio, gel di aloe vera (quello della farmacia), ecc.. Risultati zero.



Cercando su internet ho poi trovato questo rimedio naturale a base di Aloe, miele e grappa. Un'antica ricetta brasiliana, divulgata in seguito da un frate di nome Padre Romano Zago. Come detto avevo già provato il gel di aloe vera, il beverone che si vende in farmacia, senza però ottenere alcun miglioramento. Per cui ero un po' scettica. Tuttavia ho voluto provare.



Dato che nella mia zona nessuno vendeva la pianta di Aloe Arborescens (solo di Aloe Vera), l'ho acquistata su internet (se non ricordo male l'azienda si chiama aloe di mauro, o qualcosa del genere). La pianta è arrivata il giorno dopo, perfetta con la sua bella forma ad alberello. Il giorno stesso ho iniziato a preparare il frullato, seguendo le indicazioni riportate nel sito di Padre Zago (350g di foglie di Aloe, 500g di miele e 3 cucchiai di grappa).



Ho iniziato ad assumere il succo e inizialmente mi sono trovata un po' spiazzata dagli "effetti collaterali", ovvero diarrea. Nel sito c'è scritto che l'aloe ha proprietà lassative e che i primi giorni può dare questo spiacevole inconveniente, poi però l'intestino si regolarizza... e così è avvenuto. Dopo i primi due giorni di diarrea, con anche 3-4 scariche al giorno, il mio intestino è tornato alla normalità e ho iniziato a vedere i primi miglioramenti.



Ve la faccio breve. Dopo 2 settimane non avevo più alcun sintomo: sparito il bisogno impellente di urinare e spariti prurito e dolore.... quasi non ci volevo credere.



Successive analisi hanno confermato il "miracolo" (dopo 4 mesi da incubo non posso che chiamarlo così): la cistite era sparita.



Spero che questa mia testimonianza possa essere d'aiuto a molte altre donne che soffrono di questo problema. Vi sconsiglio però di ricorrere a prodotti commerciali, perché come vi ho detto, almeno per me, non sono stati efficaci.



Acquistate una pianta di Aloe Arborescens e preparate il vostro frullato in casa.



In fondo all'articolo ho linkato il sito di Padre Zago, dove troverete informazioni utili per preparare correttamente la ricetta.



All'inizio ero u

Lascia un Commento

©2017 - Noi Donne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004
Privacy Policy | Creazione Siti Internet WebDimension®