Login Registrati
Il coraggio di Artemisia narrato alle piccole donne di oggi

Il coraggio di Artemisia narrato alle piccole donne di oggi

Un libro consigliato dall'età di nove anni, Il coraggio di Artemisia: pittrice leggendaria, di Donatella Bindi Mondaini, illustrato da Gabriella Giandelli per le Edizioni EL. In occasione della mostra in corso a Roma fino a maggio su Artemisia e il

Domenica, 29/01/2017 - Con dialoghi verosimili, descrizioni accurate di dettagli su costumi e abitudini dell'epoca, la storia della vita di Artemisia si dipana con precisione e leggerezza pur non tralasciando alcun elemento. La vita della pittrice e della donna si intrecciano fino a creare una trama avvincente che mette in risalto aspetti molto attuali della storia.



Giovani lettori e lettrici apprendono cosa sia una passione vera, il dedicarcisi senza risparmiarsi, la voglia di rimettersi in gioco sempre e di non smettere mai di imparare. Valori che oggi hanno bisogno di essere sottolineati e valorizzati agli occhi dei giovani in un'era, quella nostra, in cui tutto è raggiungibile velocemente e agevolmente, nel tempo di un batter d'occhio, anzi di un click.



Leggere quanta fatica costi diventare professionista di un'arte, qualsiasi essa sia, è di certo un insegnamento prezioso per i ragazzi, poiché se è vero che oggi tutto è facile e tutto è possibile, l'impegno nell'ottenere i risultati non è cambiato.



Altro aspetto della vita di Artemisia è il suo coraggio di donna in un mondo prettamente maschile quale era quello dell'arte nel Rinascimento. Artemisia seguì la propria passione incurante delle difficoltà, si impose ai colleghi e al pubblico sfidando la morale e i costumi imposti alle donne dell'epoca. La sua forza e il suo coraggio la portarono a viaggiare, ad allevare i figli da sola, a sopportare l'allontanamento dall'affetto dell'amato padre; fu sola quando dovette subire il dolore per la morte di due dei suoi figli, quando dovette affrontare viaggi che all'epoca erano rischiosissimi per chiunque, figuriamoci per una donna non accompagnata. Eppure non si perse mai d'animo e combatté per la propria libertà di vita e di espressione artistica.



Infine l'episodio fin troppo sfruttato e strumentalizzato della vita di Artemisia del processo ad Agostino Tassi, suo stupratore, che le costò l'umiliazione e le ferite fisiche e psicologiche della tortura per garantire la veridicità delle accuse che muoveva contro di lui. Il libro tratta anche questo argomento con delicatezza, pur non trascurandolo, alla pari di altri momenti chiave della vita dell'artista.



Oltre al ruolo simbolico ed esemplificativo che Artemisia ricopre come donna, il testo della Bindi Mondaini valorizza l'artista, insegnando ai giovani a leggere le sue opere, partendo dalla scelta dei soggetti, narrandone le storie che vi soggiacciono, focalizzando su alcuni particolari come le vesti, i gioielli, le influenze caravaggesche.



Un'opera completa, dunque, da presentare al suo giovane pubblico, maschile e femminile. Un esempio per le ragazze di oggi a servirsi della libertà di cui dispongono come di uno strumento prezioso e non scontato, per perseguire obiettivi di realizzazione personale e professionale, all'insegna dell'impegno, della determinazione e dell'equilibrio.



Giovanna Pandolfelli

Lascia un Commento

©2017 - NoiDonne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004
Privacy Policy | Creazione Siti Internet WebDimension®