Login Registrati
Grazia, militante a tutto campo

Grazia, militante a tutto campo

Libri - Una raccolta di articoli e lettere pubblicati in quotidiani siciliani che “un quadro quanto più possibile fedele” di una donna che ha nuotato nel suo tempo senza timore di condurre le battaglie in cui ha creduto

Bartolini Tiziana Martedi, 02/08/2016 - Articolo pubblicato nel mensile NoiDonne di Settembre 2016

“L’incontro fra persone ha sempre qualcosa di magico perché può essere anche fonte di trasformazione. Avere avuto l’occasione di conoscere meglio Grazia Giurato è stata per me un’esperienza di questo tipo”. Alessandra Muschella, psicologa e giornalista, condensa il senso del libro in cui - attraverso una raccolta di articoli e lettere pubblicati in quotidiani siciliani - ha delineato “un quadro quanto più possibile fedele” di una donna che ha nuotato nel suo tempo senza timori di condurre le battaglie in cui ha creduto. La selezione tra i tanti materiali che vanno dal 1980 al 2016, suddivisa in 5 capitoli (Da Cenerentola a Giovanna D’Arco; Un’estenuata consigliera; Politica nazionale; Linguaggio, sorgente del pensiero; La pace), ripercorre il rapporto che Grazia ha intrattenuto con Catania, con i suoi concittadini e concittadine, attraverso interventi e riflessioni ispirati dalla politica nazionale e locale. Su eventi o circostanze dell’attualità Grazia Giurato ha espresso la sua opinione e indirettamente ha sollecitato le riflessioni di altri/e. E, infatti, ‘Gli altri’ è il titolo di questo libro, perché “la nostra esistenza e il nostro agire sono sempre in funzione del nostro prossimo”. I molteplici impegni e ruoli svolti da Grazia sulla scena pubblica catanese si ripercorrono rileggendo i vari interventi in qualità di consigliera comunale o di attivista per la pace o per i diritti delle donne. Il fil rouge che attraversa il libro è una straordinaria lucidità nel leggere criticamente le distorsioni e le ingiustizie, mantenendo intatta la volontà di indignarsi e reagire positivamente. E - scrive Pinella Leocata nella presentazione - le lettere di Grazia Giurato alla redazione “non si discutono, si pubblicano” perché le è riconosciuta coerenza tra il parlare e l’agire anche nella vita pubblica e privata. Una serie di foto in bianco e nero sono un ulteriore regalo a chi vuole compiere un breve viaggio “nella storia della nostra città che, in piccolo, è anche la storia dell’evoluzione, e dell’involuzione, del costume nel nostro Paese”.



Alessandra Muschella

Grazia Giurato. Gli altri

Lettere di una militante nel quotidiano

Ed La Tecnica della Scuola, pagg 126

Lascia un Commento

©2017 - NoiDonne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004
Privacy Policy | Creazione Siti Internet WebDimension®