Login Registrati
Diario da Cuba / 2 - Celebrato anche a Cuba ‘el día de la madre’: festa grande per tutta l’isola

Diario da Cuba / 2 - Celebrato anche a Cuba ‘el día de la madre’: festa grande per tutta l’isola

Il 12 maggio le strade cubane inondate di colori e allegria, per celebrare le mamme cubane, viventi o ‘in memoriam’

Martedi, 14/05/2013 - Di mamma ce n’è una sola, recita un noto proverbio, ma nessuno sembra manifestarlo meglio dei cubani: il 12 maggio, infatti, ‘día de la mama’, giorno dedicato alla mamma ed alla valenza sociale delle madri in molti Paesi del mondo, è stata una giornata di ‘fiesta’ grande in ogni metro quadro della nota isola caraibica. Celebrazioni, torte, biglietti d’auguri e fiori, mazzi di fiori variopinti acquistati in strada e regalati a mamme, nonne, sorelle, insomma a tutte coloro che hanno generato, almeno una volta, la vita. A Cuba, già dai giorni precedenti, fervevano i preparativi per una festa che in America Latina è molto più sentita ed intensamente vissuta che in Europa. I giovani della periferia e della campagna circostante alla capitale, L’Avana, per onorare le loro progenitrici, giungono numerosi e si raccolgono sul malecón, il famosissimo lungomare della città dove le onde dell’Oceano sbattono contro i solidi muretti di barriera e schizzano festosamente gli abitanti che lì si riuniscono, tutto l’anno, a chiacchierare, bere rum e cercare compagnia. ‘Il giorno della Festa della mamma è molto importante qui a Cuba - raccontano i ragazzi del posto - ma la manifestazione sta prendendo anche una piega commerciale: d’altra parte qui da noi ogni occasione è buona per festeggiare la vita e per organizzare una festa’. Ma la vita si apprezza tanto più dopo la morte, come sembrano evidenziare le tante persone che, gioiosamente, hanno inondato il cimitero monumentale di Colón, nella capitale, per onorare le mamme decedute portando fiori sulle loro tombe e fermandovisi a mangiare e conversare: è qui che si apprezza la profonda differenza fra le tradizioni popolari di un paese come Cuba e quelle più austere (per non dire altro) dei nostri costumi ‘occidentali’. Il cimitero è un caleidoscopio di colori: gli abiti sgargianti delle donne e delle ragazze, le variopinte moto d’epoca, i fiori multicolori con targhette che recitano: ‘Felicidades mama: de tus hijos’, a testimonianza di un amore filiale (e non solo) che va oltre la morte, il tutto baciato dai raggi di un sole impietoso che splende, oggi più che mai, sulle vicende umane di un popolo, come quello cubano, innamorato della vita.



Galleria fotografica: http://www.noidonne.org/fotogallery-dettaglio.php?ID=0086

Lascia un Commento

©2017 - NoiDonne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004
Privacy Policy | Creazione Siti Internet WebDimension®