Login Registrati
Aquaman, un buon film di supereroi

Aquaman, un buon film di supereroi

Recensioni amatoriali da un punto di vista di genere

Giovedi, 03/01/2019 - Classificazione MPAA - Motion Picture Association of America film rating system
PG-13 | 2h 23min | Azione, Avventura, Fantasy | 1 Gennaio 2019 (Italia)

James Wan ha fatto funzionare l'operazione Aquaman targata DC[1], le due ore e mezza di spettacolo divertono e filano via lisce senza annoiare. E' un film di supereroi che non vuole andare molto oltre l' intrattenimento in leggerezza, la cui buona realizzazione non è scontata affatto. Come indubbiamente ricorderete abbiamo visto Aquaman-Arthur Curry in Justice League [2], quelle promesse qui vengono mantenute, Jason Momoa regge bene tutta la durata dell'impresa in cui dimostra che, anche un personaggio considerato insulso come Aquaman, se viene trattato bene e con un significativo restyling su vari fronti, può avere una sua dignità, costume-tutina compresa. Anzi si può dire che la scuderia DC delinea un personaggio di tutto rispetto e scanzonato rispetto alla consueta seriosità un pò ingessata a cui siamo abituate e no, Suicide Squad non fa testo. Quindi molto bene il recupero di Aquaman nella versione capellone-rude-ma-buono lasciando il biondo platino alla principale controparte Patrick Wilson che porta sullo schermo un re Orm incredibilmente perfetto in antipatia e snobismo.

Non vi stupirete poi che tra re, regine principi e principesse padroneggia l'estetica patinata e standardizzata, sappiamo di essere in territorio bonazzi e bonazze e non ci scandalizziamo dell'ovvio...e poi va detto, fantastico per fantastico il personaggio di Nicole Kidman, Atlanna, è ammirevole nel fare alcuni numeri da combattimento acrobatico. Se coreografie ed effetti speciali devono essere, che siano anche per signore. Da questo punto di vista, premettendo che da un punto di vista di genere non c'è molto da esultare, ci portiamo a casa un paio di personaggi femminili autonomi e sapendo che niente si può mai dare per acquisito, tiro un sospiro di sollievo. La coprotagonista è capace di salvarsi da sola e a volte salva la pelle anche al "nostro eroe" che eroe non vuole essere. Il rapporto tra Aquaman e Mera (interpretata da Amber Heard, peccato i capelli alla Ariel [3]) è quasi del tutto scevro da sbafature melliflue salvo quella specie di inguardabile e superfluo fermo immagine nel bel mezzo di una battaglia campale (WTF?!).

Di fatto non si sta tanto a seguire la relazione tra i due o approfondire qualche tema ma si sta dietro all'azione che spazia tra momenti alla Indiana Jones fino a scene che non sfigurerebbero ne "la spada nella roccia", passando per diverse altre opere fantastiche e fantasy. Fauna marina -strane creature comprese- e le ambientazioni atlantidee fanno la loro figura e sono un gran bel vedere. Infine è dovuta una menzione speciale allo spettacolare e praticamente perfetto personaggio femminile che appare nell'ultima parte del film, attraverso cui possiamo apprezzare una inedita e maestosa Julie Andrews in lingua originale[4]. Apprezzabile la strizzata d'occhio alle tematiche ambientali [5]che non posso non condividere.

Note:
1-Universo DC 
2-Justice League su NoiDonne 
3-Mera e Ariel, i capelli
4-Creatura praticamente perfetta
5-In fondo al mar

Lascia un Commento

©2017 - NoiDonne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004
Privacy Policy | Creazione Siti Internet WebDimension®