Login Registrati
A Star is born

A Star is born

“Io non sarò sottomessa, io non sarò manovrata”,

Venerdi, 26/10/2018 - A Star is born
di Adriana Moltedo esperta di comunicazione e media


Un remake con Bradley Cooper, che è anche regista, e la straordinaria Lady Gaga. Un film strepitoso.

Devo ammettere che nei confronti di Lady Gaga avevo dei pregiudizi infondati, dovuti ai continui gossip e soprattutto per come la descrivono i media, non per il suo enorme talento sia nel cantare che nel recitare ma come una sciupa maschi spesso danarosi e uper class. Anche per quel suo trucco e quegli abiti così eccessivi,sempre e comunque.

Bradley Cooper invece, al di là di tutti quegli Oscar e premi che ha guadagnato nell’arco di 43 anni, lo amo e basta. Senza riserve. Perché sembra fatto d'acciaio col suo corpo taurino, costruito grazie a sport estremi e alla boxe, ma allo stesso tempo ha uno sguardo di una dolcezza infinita, uno sguardo liquido, dove “il naufragar m’è dolce in questo mare”!

Non lo conoscevo come regista ed è eccellente anche in questo.

Ma lei, Lady Gaga, ora si è staccata completamente da questa immagine. Nel film è quasi senza trucco, coi capelli castani, del tutto naturale. E canta da Dea senza bisogno di artifici.

Cosi come mantenne l’artificiosità di come si è fatta conoscere in American Horror Story - Hotel, quando interpretò il personaggio della soprannaturale Contessa quella che afferma;”Io non sarò sottomessa, io non sarò manovrata.” E giustamente ebbe grande successo.

Io non ho, ingiustamente, avuto il mito di Lady Gaga, intoccabile diva della dance e del pop americano. E’ proprio questo significa saper recitare. Assumere varie facce, tutte quelle che ti propongono, e mai essere se stessi ma interpretare.

Lady Gaga è un’attrice professionista, è anche The Voice.

A soli 32 anni, Lady Gaga pseudonimo di Stefani Joanne Angelina Germanotta,di origine italiana, è una cantautrice, attrice e attivista statunitense. Il suo nome d'arte è preso dal brano Radio Ga Ga dei Queen.

E’ nata una stella.

La storia del film è semplicemente una sofferta storia di grande amore. Un remake.

Nell’ultima scena vediamo la protagonista Ally ormai vedova, esibirsi sulle note di I'll Never Love Again, non Amerò mai più, mentre nella sua mente scorrono le immagini della loro sofferta e inebriante storia d’amore.

Ally guarda il pubblico, ora è finalmente una stella, pronta a volare da sola. Anche se non lo ridice “Io non sarò sottomessa, io non sarò manovrata”, il senso è lo stesso.

Link Esterno

Lascia un Commento

©2017 - NoiDonne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004
Privacy Policy | Creazione Siti Internet WebDimension®