Login Registrati

ROMA / FESTA DEL DOVERE, il film di Leila Karami

Giovedì 18 ottobre alla Casa Internazionale delle Donne di Roma proiezione del fil "Festa del dovere" e dialogo con la regista Leila Karami e la giornalista Nadia Pizzuti

"È il 2005 e siamo in un’aula piena di rumorose scolare iraniane, che indossano vestiti lilla e chador bianchi. Un ecclesiastico sta spiegando le virtù della Festa del dovere, una cerimonia religiosa creata per instillare i valori dell’Islam nelle ragazze che hanno raggiunto i nove anni di età. La regista decide di concentrarsi su due ragazze che sono cugine e le segue sino alla loro transizione verso l’età adulta, otto anni dopo, osservando il diverso impatto degli insegnamenti religiosi nella loro vita pubblica e privata", è la descrizione ripresa dal catalogo del festival Sguardi Altrove di Milano, 2016, e spiega il tema che affronta il film di Leila Karami, che sarà proiettato alla Casa Internazionale delle Donne di Roma giovedì 18 ottobre ore 18.
Dopo la proiezione dialogo con la regista Leila Karami, studiosa della storia delle donne in contesti musulmani e Nadia Pizzuti, giornalista e cineasta, ex corrispondente dell'agenzia ANSA da Teheran

BIOFILMOGRAFIA DI FIROUZEH KHOSROVANI
Nata a Teheran, Firouzeh Khosrovani si è trasferita in Italia per proseguire i suoi studi artistici all’Accademia di Belle Arti di Brera. Dopo essersi laureata nel 2002, è tornata in Iran e ha conseguito un master in giornalismo. Da allora ha collaborato con diversi giornali e riviste italiani.
Ha debuttato come regista con “Life Train” (2004), un documentario sulla “play therapy” svolta con i bambini tramautizzati in seguito al devastante terremoto di Bam. Hanno fatto seguito: “Rough Cut” (2007), un film premiato in 13 festival internazionali che punta il dito sulla sorte grottesca dei manichini femminili esposti nelle vetrine dei negozi a Teheran dopo essere stati mutilati in obbedienza alle regole islamiche; “Cutting Off” (2008), una videoinstallazione per la Triennale di Milano; “A Thousand and One Irans” (2010), un documentario sull'immagine dell'Iran all'estero; “Espelho meu” (2011), un progetto collettivo femminile sul concetto di bellezza e sull'aspetto fisico delle donne premiato al festival Documenta di Madrid; “Iran, Unveiled and Veiled Again” (2012), un cortometraggio prodotto dall'Istituto Luce che racconta la storia delle donne iraniane e del loro rapporto con il velo usando anche immagini tratte dall'album di famiglia della regista; “Profession:Documentarist” (2014), un film in sette episodi realizzato da altrettante documentariste iraniane; “Fest of Duty (La festa del dovere)” (2014), menzione speciale al festival “Sguardi Altrove” di Milano nel 2016.

Lascia un Commento

©2017 - NoiDonne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004
Privacy Policy | Creazione Siti Internet WebDimension®